UCL, La Juve… alla quinta!

Buffon, Bonucci e sullo sfondo De Sciglio durante una delle partite di Champions League

Da Del Piero a Bonucci, i gol importanti verso la fine del girone

Dalla prima Champions League a quella di 3 anni fa, passando per la prima vissuta allo Stadium. Tre edizioni della massima competizione europea dove la quinta giornata ha avuto un’importanza particolare per motivi diversi.

1995-96 JUVENTUS-BORUSSIA DORTMUND 1-2

La sconfitta più dolce mai patita in Champions League, oltre che la prima in assoluto nella manifestazione che ha aggiornato la vecchia Coppa dei Campioni. Eppure, una serata che merita di essere ricordata comunque. La Juve si presenta alla gara forte della qualificazione ottenuta in anticipo in virtù di 4 vittorie in altrettante gare. Borussia Dortmund in Germania, Steaua Bucarest e Rangers Glasgow andata e ritorno: la formazione di Marcello Lippi è uno schiacciasassi, 14 gol lo stanno a confermare. In questo contesto, spiccano le prestazioni di Alessandro Del Piero: in ogni gara va in gol e oltre alla quantità colpisce la qualità, le reti hanno il suo marchio di fabbrica. Per questo, chi va allo stadio Delle Alpi per la quinta gara ha un’aspettativa più su di lui che sulla squadra. Ed Alex non la tradisce: nei minuti di recupero riesce ancora a segnare con un calcio di punizione che sorprende il portiere Klos, Il 10 bianconero tornerà in gol nei quarti di finale contro il Real Madrid: stessa porta e anche in quella circostanza con un calcio da fermo.

2012-13 JUVENTUS-CHELSEA 3-0

All’andata, a Londra, la Juve ha iniziato il suo cammino nella Champions League 2012-13 con un 2-2 in rimonta e con qualche rimpianto per la traversa finale colpita da Quagliarella. Al ritorno, le due formazioni si giocano il passaggio del turno. Ne esce fuori una gara vibrante, nella quale i bianconeri sfoderano 90 minuti di livello assoluto che portano all’eliminazione dei campioni d’Europa in carica. 3-0 il risultato finale e tantissime occasioni, a partire dal palo colpito da Lichtsteiner dopo appena 4 minuti e dalla risposta di Hazard che trova Buffon prontissimo in uscita. Nel primo tempo la Juve passa in vantaggio con una deviazione di Quagliarella, che corregge in rete una conclusione di Pirlo. Nella ripresa, totalmente dominata dalla formazione di Antonio Conte, poco dopo l’ora di gioco Vidal chiude perfettamente un’azione congegnata a sinistra da Vucinic e Asamoah. Infine, al primo minuto di recupero, Giovinco firma il tris su una ripartenza.

2016-17 SIVIGLIA-JUVENTUS 1-3

Claudio Marchisio in maglia bianconera

Alla quinta giornata, la Juve in Spagna si guadagna la qualificazione anticipata mettendo 4 punti tra sé e il Lione terzo in classifica. La gara si mette in salita con la rete di Pareja al nono minuto. Ma il Siviglia commette un grave errore con un ex compagno di squadra di Paulo Dybala nel Palermo: Franco Vazquez. Il fantasista riceve due cartellini gialli in 5 minuti e lascia in 10 la propria squadra. Prima della chiusura della prima frazione di gioco, Marchisio dagli 11 metri riporta in parità il punteggio. La svolta decisiva si ha nel finale di gara: prima Bonucci con una conclusione da fuori, poi Mandzukic con un diagonale di sinistro determinano la differenza e l’approdo ai turni a eliminazione diretta nella Champions League che vedrà la Juve arrivare in finale.

fonte: Juventus.com

You may also like...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: