Buon compleanno, Andrea. Buon compleanno, Presidente.

Andrea Agnelli

E’ un dipinto,
L’infamia del tempo che corruga la tela, il poggiarsi lento della polvere sulle cornici in smalto dorato. Sotto i riflettori della luce di un focolare, a ricordare i momenti andati, quelli delle cause perse e delle grandi emozioni, mandate giù al graffio caldo di un Macallan del ’36.

E’ il ritratto di un uomo, sommerso da scampoli di futuro ad intermittenza, che fluttuano tra le stanze di palazzi d’altri tempi, come lenti fasci di luce in forma liquida, accarezzando il riquadro in marmo di ingressi dal retrogusto di rococò, sfiorando pareti rosee che in altre epoche specchiarono parvenze di donne modiglianesche di Mondrian vestite.

E’ il correre degli anni, caro Andrea. E’ il prodigio della vita.
E’ il passato che, puntuale, una volta l’anno, bussa alla porta dei sentimenti.

Quarantaquattro i rintocchi quest’anno, così dice l’agenda.
Come i gatti, lo sciamano, l’energia pura, ammesso che alla numerologia ci si creda.

Quarantatré vite vissute, singolarmente, a studiare, concepire e realizzare un sogno e una ancora perché quanto fatto sia solo il primo atto di un’opera già di per se maestosa.

E’ un dipinto,
E’ un Kandinskij. Punto, linea, superficie. Un pò a colori e tanto in bianco e nero.
Il rincorrersi di strisce bicromate, nella Torino sabauda delle architetture di pietra rivestite, a marcare i passi fatti di un bambino, ormai uomo, che puntualmente torna giovane e attonito a qualche metro dal suo più bel disegno.

E’ il ritratto di un uomo con le mani in tasca, su un bus socialdemocratico ricolmo d’amore e rispetto verso chi è intento a scrivere la storia, mescolandosi uniformemente alla calca proletaria, staccandosi umilmente dal petto le mostrine dei casati cui appartiene.
L’effigie di un uomo semplice che scorgendosi alle spalle vede il domani…e vi sorride.

E’ il correre degli anni, caro Andrea. E’ il prodigio della vita.

E’ tutto quello che noi tifosi bianconeri ammiriamo, con la tavolozza di colori ancora in mano, provando a raffigurare tutto quello che siamo riusciti a scorgere e tutto quello che neppure riusciamo ad immaginare guardando nella stessa direzione dei tuoi occhi.

Buon compleanno, Andrea.
Buon compleanno, Presidente.

dal Team di Juv&Me

A cura di Carmine Gioffrè

You may also like...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: