Dejan Kulusevski. Progetto di campione

Dejan Kulusevski durante le visite mediche al JMedical

Dopo la delusione Haaland dato ormai per acquisito dalla Juventus e passato invece al Borussia Dortmund che lo ha strappato alla concorrenza bianconera e del Manchester United, i tifosi della vecchia Signora possono consolarsi con un grandissimo colpo in prospettiva messo a segno in modo assolutamente inaspettato da Fabio Paratici.

L’indiscrezione era circolata nel tardo pomeriggio dell’antivigilia di capodanno quando tutte le principali testate giornalistiche hanno dato la notizia che la Juve stava per strappare alla concorrenza dell’Inter uno dei prospetti più interessanti di questa stagione concludendo un accordo con l’Atalanta che ne detiene il cartellino.

Focus on…

Kulusevski nasce a Stoccolma il 25 Aprile 2000 ed arriva in Italia nel 2016 quando l’Atalanta, non certo nuova per intuito e lungimiranza, lo aggrega immediatamente alla primavera, dove si fa notare dal tecnico Gasperini che gli regala l’esordio in Serie A nella scorsa stagione dove il giocatore colleziona 3 presenze schierato come mezz’ala. In questa stagione, Dejan è è stato ceduto in prestito al Parma dove nelle prime 17 giornate di campionato è stato sempre schierato titolare dall’allenatore dei ducali D’Aversa, il giocatore ha subito ripagato la fiducia realizzando fin qui 4 goal e 7 assist.

Mancino naturale ma dotato di un destro educatissimo, con il Parma sta giocando esterno destro d’attacco potendo così sfruttare un’abilità non comune nelle conclusioni a rete, nella primavera dell’Atalanta veniva schierato prevalentemente come mezz’ala destra. Abbina una grande velocità sia nel breve che nel lungo oltre a grande potenza fisica. Non disdegna il ruolo di trequartista dove può rendersi estremamente pericoloso grazie alla sua capacità di verticalizzare il gioco, Vera mancanza della prima Juve di Sarri, considerando le soluzioni adottate fin qui dal mister toscano, Kulusevski potrebbe assumere il preziosissimo ruolo del Jolly in particolare come prima alternativa al tridente, schierato sulla trequarti subito dietro le due punte o come mezz’ala destra.

Le indiscrezioni provenienti da Parma, lasciano intendere che la Juventus potrà abbracciare il suo nuovo acquisto solo a partire dal precampionato della stagione prossima ma volendo entrare un po’ più nel dettaglio riguardo al ruolo che Dejan potrà ricoprire all’interno dello scacchiere tattico bianconero, prendendo come base di partenza l’attuale Rosa, le soluzioni sembrano essere tre.

1. MEZZ’ALA DESTRA

Attualmente la titolarità del posto sembra di Bentancur ma la situazione di Emre Can dato ormai in partenza, le continue criticità fisiche di Sami Khedira, sembrano aprire concrete possibilità al centrocampista svedese che in alternanza con Don Rodrigo potrebbe ritagliarsi un buon minutaggio per avere un approccio più soft con il mondojuve contesto decisamente più impegnativo rispetto a quelli ai quali è abituato.

2. TREQUARTISTA

Probabilmente la più grande lacuna dell’attuale organico considerando gli scarsi risultati ottenuti da Bernardeschi, l’insoddisfazione di Ramsey e l’atipicità di Douglas Costa, sembra essere questa la collocazione dov’è il talento di Stoccolma potrebbe trovare maggiore spazio oltretutto risolvendo uno dei problemi più evidenti di questo inizio di stagione.

3. ESTERNO D’ATTACCO

Come già detto, in questa prima parte di stagione al Parma, è questo il ruolo nel quale sta giocando ed alla Juventus potrebbe costituire la prima alternativa a Dybala pur con caratteristiche profondamente diverse rispetto all’argentino, da subentrato o titolare, regalerebbe a Sarri un’opzione in più estremamente preziosa. Ad oggi sembra però che in questo ruolo, la concorrenza sia molto agguerrita non dimenticando ovviamente i vari Douglas Costa, Cuadrado e Bernardeschi.

Al netto di clamorose novità di calciomercato non rimane che attendere l’inizio della nuova stagione per godersi in bianco e nero uno dei talenti più cristallini che il campionato ha regalato agli appassionati di tutta Italia.

Nel frattempo.
Benvenuto Dejan!

Di Stefano De Ponte

You may also like...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: