Juventus – Fiorentina, probabili formazioni e dove vederla

Cristiano Ronaldo in un'azione in Fiorentina - Juventus del 14 settembre 2019

L’alba del giorno dopo ancora

L’alba del giorno dopo covava sempre un silenzio strano. Certo, prima che aprissero i pescivendoli dell’etere di un prodotto mai scaduto per supereroi dal cinguettio facile. Una sorta di movimento anarchico anti-aziendalista che, cristiddio, ’68 spostati!

L’alba del primo di febbraio del lontano duemilaventi – ricorderanno i figli dei nostri figli – resterà una data indelebile, parimenti alla caduta del muro, alla liberazione dal fascismo o, peggio ancora, alla chiusura dell’Instagram.

Noi che vivemmo quel gelido gennaio, ci trovammo di fronte a scenari apocalittici di cancelletti a cascate di tendenza che volevano, in perfetto stile Robespierre, le teste dei capi di un sistema già decadente dall’estate precedente.

#Agnellaut, #Sarraut, #PARATICIAUT…

– Ma chi siete? Cosa volete?…
– #POBBA’ e #MATUIDAUT

Ebbene, signori. L’alba del primo di febbraio, il mio Direttore Sportivo – con particolare irrobustimento del possessivo -, appena sistemati i barattoli di Nutella messi in disordine dal suo precedessore, nelle notti brave e insonni delle trame nerazzurre, veniva letteralmente sommerso dallo sterco virtuale di deiezioni umane ben riparate da una manciata di pixel e qualche bandierina nelle bio.

Un’operazione da cento (100) milioni di euro.
Cento milioni di calci in culo che comunque avrebbe preso, anche facendo una manovra di mercato da lasciare a bocca aperta le dirette rivali italiane ed europee.

Un’operazione che comunque sarebbe stata mal vista, perché se vinci, vinci male, se perdi, scatta l’out compulsivo, se compri, dovevi risparmiare, se non lo fai, diventi improvvisamente il capro espiatorio delle disfatte in campo e non vorrei crederci ma so che purtroppo sarà così, oggi, domenica 2 febbraio 2020, a ventiquattrore suonate dalla chiusura del mercato, a qualche ora da Juventus – Fiorentina, qualcuno tra i nostri (tifosi…si fa per dire) auspicherà la sconfitta e, ovviamente, una Dacia Arena color prescrittese al novantesimo con conseguente #out-bis all’alba del 3 febbraio di questo nostro e un giorno lontanissimo inverno apocalittico.

Per la terza di ritorno, dopo la pessima trasferta di Napoli, va oggi in scena Juventus – Fiorentina.

La gara del riscatto per mister Sarri, dopo la caduta al San Paolo, che non ha permesso ai nostri di allungare ulteriormente sulle dirette rivali Lazio e Inter.
Un match ostico contro una viola rigenerata dalla cura Iachini, uscente dalla prima sconfitta – nei quarti di Coppa Italia contro l’Inter, dopo cinque risultati utili consecutivi che l’hanno tirata fuori dalla zona calda della classifica.

PROBABILI FORMAZIONI

JUVENTUS (4-3-3)

Szczesny; Cuadrado, De ligt, Bonucci, Alex Sandro; Bentancur, Pjanic, Matuidi; Ramsey, Dybala, Ronaldo.

A disposizione:
Buffon, Pinsoglio, De Sciglio, Rugani, Coccolo, Rabiot, Bernardeschi, Douglas Costa, Higuain.

Indisponibili:
Chiellini, Demiral, Khedira, Danilo

FIORENTINA (3-5-2)

Dragowski; Ceccherini, Ger. Pezzella, Igor; Lirola, Benassi, Badelj, Pulgar, Dalbert; Chiesa, Cutrone.

A disposizione:
Terracciano, Brancolini, Dalle Mura, Terzic, Venuti, Agudelo, Ghezzal, Sottil, Vlahovic.

Indisponibili:
Milenkovic, Caceres, Duncan, Ribery, Castrovilli, Kouamé

Arbitro:
Pasqua di Tivoli
Assistenti: Lo Cicero, Tolfo; IV: Maresca; VAR: Calvarese; AVAR: Di Pardo

JUVENTUS – FIORENTINA, DOVE VEDERLA

Juventus Fiorentina, in programma oggi, 02 febbraio 2020 ore 12:30, all’Allianz Stadium verrà trasmessa in diretta tv su DAZN e DAZN1 (canale 209 di Sky).

Di Carmine Gioffrè

You may also like...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: