Match Report, Spal – Juventus

L'esultanza dei ragazzi dopo il gol di Aaron Ramsey
foto: imagephotoagency

La Juventus torna al successo in trasferta dopo due sconfitte consecutive di Verona e Napoli, battendo per 2 a 1 la Spal.

Sarri lancia dal primo minuto il rientrante Chiellini in coppia con Rugani, riposo inizialmente per de Ligt, davanti Cuadrado Dybala Ronaldo

Parte bene la Spal senza però rendersi pericolosa, anzi è la Juve ha creare le occasioni migliori, al 7′ Ramsey non trova la porta di testa, al 10′ il tiro al volo di Cuadrado finisce alto, al 37′ Dybala si inventa una giocata clamorosa, ma il suo sinistro dal limite si infrange sul palo interno alla destra di Berisha, poi al 39’ la gara si sblocca, Ramsey serve splendidamente Cuadrado in profondità, il colombiano serve a Ronaldo un pallone perfetto, che il portoghese spinge in rete portando avanti la Juve, la Spal non reagisce e il primo tempo si conclude sul punteggio di 1 a 0 per i bianconeri.

Nella ripresa il pallino del gioco è totalmente in mano alla Juve che cerca più volte il gol del raddoppio, al 55’ Cuadrado da dentro l’area tira a botta sicura centrando Berisha, al 61’ la Juventus raddoppia, splendido filtrante di Dybala a cercare Ramsey che finalmente attacca la porta e con uno splendido tocco sotto supera il portiere della Spal, sembra chiusa la partita invece inaspettatamente si riapre, quando Missiroli viene colpito in area di rigore da Rugani, sul dischetto si presenta Petagna, che non sbaglia, la Spal cerca per qualche minuto sulle ali dell’entusiasmo a rendersi pericolosa ma non va oltre qualche calcio d’angolo ottenuto, anzi è la Juve ad andare vicina al terzo gol con Ronaldo, prima non riesce a sfruttare al meglio un altro cross di Cuadrado e poi colpisce la traversa su punizione dal limite dell’area, si conclude così la sfida con il successo della squadra bianconera per 2 a 1.

11 partite consecutive in gol per Cristiano Ronaldo, eguagliato il suo record personale ed in Serie A è solo il terzo giocatore a riuscirci dopo Batistuta (1994/95) e Quagliarella (2018/19).

Una buona Juventus ottiene tre punti molto importanti, che permettono di proseguire il cammino in campionato, la prestazione è stata complessivamente buona da parte di tutta la squadra che ha creato tanto, con una citazione particolare per Ramsey che finalmente sfrutta al meglio una delle sue qualità e cioè attaccare l’area avversaria, da segnalare inoltre il ritorno dal primo minuto di capitan Chiellini che inizia a mettere minuti nelle gambe.

Le parole di Mister Sarri nel post partita

“La stessa situazione dell’ultima partita, abbiamo avuto tante palle gol e non siamo riusciti a chiuderla. Abbiamo disputato una partita di buon livello, la sensazione che in questo momento stiamo producendo con una discreta continuità c’è. Stiamo subendo tanti gol su rigore questo è strano, oggi abbiamo preso rigore dal VAR quando il VAR non funzionava. Se succedeva a parti invertite veniva giù il mondo, La Penna poi mi spiega che se non funziona il monitor chi è al VAR può decidere. Questa è un’idea personale chiaramente”.

Come sta Chiellini che oggi ha giocato dall’inizio?

“Ha fatto un’ora oggi e venti minuti nell’ultima partita e con lui in campo non abbiamo preso gol. Visto l’evoluzione degli ultimi giorni è tornato in campo prima del previsto e può diventare pronto a sparare una prestazione nelle prossime due partite. Non è un discorso di scegliere la partita ma il momento in cui lui sta bene”.

Nella fase di non possesso fa fatica a leggere le scelte dell’avversario?


“Noi in certi momenti della partita difendiamo in maniera attiva con buoni momenti di pressione, quando non riusciamo a prenderli alti diventiamo passivi e li aspettiamo al limite della nostra area di rigore. E’ il problema con il quale stiamo combattendo dall’inizio della stagione, speriamo di toglierla del tutto nelle prossime partite”.

Quanto manca per vedere la migliore Juventus?

“Noi siamo una squadra in crescita che penso e spero con altri margini di crescita. Ci sono dei margini soprattutto nella continuità d’azione e di applicazione anche se oggi è stata di ottimo livello. A tre giorni dalla Champions e fare una partita di attenzione non era scontato”.

La Champions può aiutare questo processo?

“Non lo so. La Champions deve rimanere un sogno, a volte nella vita è bello rincorrere sogni. Dà grandi motivazioni ma è chiaro che è una manifestazione terrificante, specie le partite fuori casa. E’ una competizione alla portata di dodici squadre e devi avere anche un pò di fortuna, l’anno scorso in Europa League abbiamo tredici vittorie e due pareggi e in semifinale siamo passati ai calci di rigore”.

La SPAL è rimasta in partita. Si attendeva di chiudere prima il match?

“Queste son partite difficilissime e negli ultimi anni non avevamo mai vinto qui. Abbiamo avuto le possibilità di chiuderla, ma non l’abbiamo fatto. Penso di essere l’unico allenatore ad aver avuto contro il rigore con il Var che non funzionava. La Penna mi ha spiegato che questo è il regolamento, ma non credo sia giusto. E così l’abbiamo riaperta. Me l’aspettavo difficile perché era una delle ultime partite della SPAL per la salvezza”.

Siete in crescita fisicamente?

“La palla viaggiava più veloce, non le gambe e quindi eravamo più veloci mentalmente. Questa è stata la mia sensazione dalla panchina”.

Pensa che sia stata una prova generale per la Champions?

“La prova era per raccogliere i tre punti, poi da domattina studieremo a fondo il Lione”.

Chiellini?

“Ci andiamo piano e ci andiamo in base alle sue reazioni. Domani valutiamo, ma per ora non è un giocatore da tre partite in sei giorni. Valuteremo quali saranno le partite adatte a lui. La partita è stata buona, a parte 2-3 minuti da incubo, ma quello era il prezzo da pagare dopo l’inattività. Poi ha preso in mano la difesa”.

LE PAGELLE DI JUV&ME

Szczesny 6
Danilo 6
Chiellini 5,5
Rugani 5,5
Alex Sandro 6,5
Bentancur 7
Matuidi 6
Ramsey 6,5
Dybala 7
Cristiano 7
Cuadrado 6,5

De Ligt 6,5
Rabiot 6,5
Bernardeschi sv

Di Emilio D’Eugenio

You may also like...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: