Al Dall’Ara col groppo in gola. Bologna – Juventus, 8ª di ritorno di Serie A

Juan Cuadrado in uno scontro di gioco con Nicola Sansone durante il match di andata

La sconfitta rende inermi. Rende visibilmente attoniti e – citando il buon GaeThanos nella sua Analisi Tattica – rende disarmati di fronte al futuro.

Si torna da Roma, con in gola un boccone amaro che non ce la fa a venire giù.
Non dopo quello che si è visto in campo. Non dopo le dichiarazioni a specchio del pre partita e, soprattutto, dopo la stasi manageriale dalla panchina – impercettibile o invisibile…fate voi -.

Si torna da Roma devastati, nello spirito e nel fisico, come le facce che Cristiano e Paulo già mostravano nel post premiazione di quella serata al cianuro…e chissà che non rivelino un ritorno in Serie A col contraccolpo in canna, pronto a fare fuoco, questa volta, speriamo, non a salve.

La Juve della Finale di Coppa Italia non è sicuramente la squadra che ci aspettavamo di vedere al ritorno dalla lunga vacanza infernale.
Non è stata di certo quella che, nelle calde serate in compagnia a Casa Juv&Me, ci siamo spesso raccontati. Quella partita che, nonostante gli spalti senza voce, ti trascinava in un luogo onirico, lontano dalle mascherine, lontano dagli slogan e dagli scenari apocalittici di un mondo in disordine. Non è stata la Juve del Dybala contro Young, del fraseggio perfetto a centrocampo, dell’avversario annichilito dal gioco impeccabile di una squadra che stava semplicemente facendo quello per la quale è stata sapientemente progettata: umiliare categoricamente e farlo in papillon.

Si torna a giocare il Campionato, dunque. Lo si fa con un secondo appuntamento mancato, un allenatore quotidianamente sull’orlo del pregiudizio di un precipizio toccato, non molto tempo fa, ad altri di cui oggi non vorremmo averne mai dovuto farne a meno.
Riparte dopo il tira e molla dei classici teatrini di fine inverno, dai cinesi rassegnati agli aquilotti tirocinanti in medicina.

Si torna a giocare la Serie A. Per gran sollievo di qualcuno e per altri un pò meno.
Per noi, con la faccia scura per la disfatta romana…beh, per noi, non si sa!

Bologna – Juventus
Probabili formazioni e dove vederla

PROBABILI FORMAZIONI

Bologna (4-2-3-1)
Skorupski; Tomiyasu, Danilo, Denswil, Dijks; Medel, Dominguez; Orsolini, Soriano, Sansone; Barrow.

A disposizione:
Da Costa, Sarr, Bonini, Corbo, Krejci, Mbaye, Baldursson, Poli, Svanbger, Cangiano, Juwara, Palacio.

Indisponibili e/o squalificati:
Bani, Santander, Schouten, Skov Olsen.

Juventus (4-3-3)
Szczesny; Cuadrado, De Ligt, Bonucci, De Sciglio; Bentancur, Pjanic, Matuidi; Douglas Costa, Dybala, Ronaldo

A disposizione:
Buffon, Pinsoglio, Danilo, Rugani, Ramsey, Matuidi, Bernardeschi, Coccolo, Muratore, Vrioni, Zanimacchia.

Indisponibili e/o squalificati:
Alex Sandro, Higuain, Khedira, Ramsey, Chiellini, Demiral

ARBITRO: Rocchi
Assistenti:
Longo, Lo Cicero
IV:
Rapuano
VAR:
Chiffi
AVAR:
Galetto

DOVE VEDERLA

La gara BolognaJuventus potrà essere vista in diretta televisiva su Sky ai canali Sky Sport Uno (numero 201 del satellite, numero 472 e 482 del digitale terrestre), Sky Sport Serie A (numero 202 e 249 del satellite, numero 473 e 483 del digitale terrestre) e Sky Sport (numero 251 del satellite) o in streaming, sulle piattaforme Sky Go e Now TV

Di Carmine Gioffrè

You may also like...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: