Match Report, Juventus – Sampdoria

La Juventus chiude i conti in campionato battendo per 2 a 0 la Sampdoria all’ Allianz Stadium nel match valido per la terzultima giornata di seria A.

Qualche variazione nell’ undici iniziale per Sarri, che schiera Cuadrado nel tridente offensivo con Dybala e Ronaldo. Pjanic torna titolare dopo alcune partite insieme a Matuidi. Inizialmente in panchina Bentancur, quindi questa la formazione: Szczesny; Danilo, de Ligt, Bonucci, Alex Sandro; Rabiot, Pjanic, Matuidi; Cuadrado, Dybala, Cristiano Ronaldo.

Ritmi bassi nella prima frazione di gioco. La Juventus non riesce a pungere, mentre è la Sampdoria ad avere qualche timida occasione. Come il tiro da fuori area di Quagliarella, che però non impensierisce Szczesny. Poco dopo Bernardeschi, entrato al posto dell’infortunato Dybala, impegna Audero che devia in angolo. Poi, in pieno recupero, la Juventus passa in vantaggio. Bravo Pjanic che, con una punizione assist, trova libero Ronaldo che piazza la palla alle spalle del portiere ligure.

Nella ripresa la Juve prova a chiudere la partita. Al 61′ Rabiot, sempre più positivo in questa fase della stagione, scippa palla a Linetty, assist per Ronaldo, ma Audero respinge. Al 67′ il raddoppio: Ronaldo lavora un buon pallone a sinistra, il suo tiro è respinto corto e male dal portiere avversario, Bernardeschi brucia Augello e tocca facile il 2-0. Poco dopo Szczesny salva su colpo di testa di Quagliarella. Nel finale la Juventus potrebbe triplicare, ma prima Ronaldo stampa sulla traversa  un rigore, concesso per fallo di De Paoli su Alex Sandro, poi Bonucci si vede respingere sulla linea la sua conclusione da Yoshida. Finisce così l’incontro con il risultato di 2 a 0.

Con questo successo festeggia la Juventus il suo nono scudetto consecutivo ed il primo in carriera per Maurizio Sarri. Nessun allenatore lo aveva mai vinto alla sua età!

SARRI POST PARTITA: 

Sensazioni?


“E’ stata una stagione complicata per tutto quello che è successo. Vincere è sempre difficile e non è mai scontato, farlo per nove anni come hanno fatto alcuni di questi ragazzi è davvero straordinario”.

Quanto Sarri c’è in questo scudetto?


“So che allenatori italiani che hanno vinto in Europa ce ne sono pochi. La costante di questi anni alla Juve è la società che ti mette nelle condizioni di vincere, perché ti sta vicino nei momenti difficili”.

Orgoglioso di far parte di questa squadra?


“Questa stagione è stata un’esperienza nuova per tutti. Io sono stato contentissimo di ritrovare i ragazzi cresciuti sul piano umano dopo il lockdown, sono rimasto sorpreso e contento. Quando entri nello spogliatoio ti affezioni, io come tutti i bambini sognavo di vincere lo scudetto: l’ho vinto da vecchio ma l’ho vinto”.

Cosa dovrà cambiare la Juventus per il futuro?


“La Juventus dovrà cambiare come sempre 2-3 giocatori per un cambio generazionale normale. De Ligt è un giocatore forte, Rabiot sta crescendo, Bentancur
è predisposto. Abbiamo messo le basi per il futuro. Poi quello che si dovrà cambiare lo saprà il direttore”.

Sulle critiche


“L’allenatore della Juventus sia un bersaglio semplice. Sai che se prendi questo ruolo è così, non ci vedo niente di particolare. Questa cosa non la soffro molto per carattere, anche perché resto concentrato sul campo e sulla squadra. A volte mia moglie a cena mi dice che non riesce a prendere la linea perché penso ad altro”.

De Ligt e Dybala?


“De Ligt penso solo crampi, per Dybala la preoccupazione che sia un problema muscolare c’è”.

A chi dedica questo scudetto?


“Il primo pensiero è alle persone che ti consentono di arrivare all’obiettivo. Il mio staff, la famiglia, il mio amico Aurelio Virgili che chiamo la notte per sfogarmi. In questi casi pensi a tutte le persone più care”.

LE PAGELLE:

Szczesny 6.5

Danilo 6.5

(29′ Bernardeschi) 7

dLigt 6.5

(78′ Rugani) s.v.

Bonucci 6.5

Alex Sandro 6.5

Rabiot 7

Pjanic 7

(78′ Bentancur) 6

Matuidi 6

Cuadrado 5.5

Dybala 5.5

(40′ Higuain) 5.5

Cristiano Ronaldo 7

You may also like...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: