Caricamento Eventi

« Tutti gli Eventi

  • Questo evento è passato.

FIORENTINA – JUVENTUS | IL MISTER PRESENTA LA PARTITA

Settembre 2

FIORENTINA – JUVENTUS | IL MISTER PRESENTA LA PARTITA

A poche ore dalla sfida contro i viola, il tecnico fa il punto sulla sfida del Franchi e sul mercato appena concluso, tra cambiamenti ed evoluzioni che la squadra ha effettuato, non tralasciando alcuni aspetti che spesso non vengono menzionati dall’opinione pubblica. Tante aspettative per questa stagione dopo un mercato importante, che come ha detto in passato l’amministratore delegato Maurizio Arrivabene è stato caratterizzato anche da diverse operazioni che avevano anche come obiettivo quello di risolvere alcune problematiche ereditate dalle gestioni passate. Ora testa a Firenze per un match fondamentale per il cammino della Vecchia Signora.

“La partita di domani è difficile, giocare contro la Fiorentina è sempre complicato. Pensiamo prima a questa e poi alla Salernitana, per noi è importante fare risultato. Paredes subito? Non ho ancora deciso la formazione. Voto al mercato? Difficile dirlo, la società ha lavorato bene in entrata e in uscita, sono arrivati giocatori che volevamo e sono rimasti i giovani”

“Paredes? È venuto con grande entusiasmo, è un giocatore importante che aumenta le qualità dei nostri centrocampisti. Aspettiamo il rientro di Pogba. Abbiamo miscelato molto bene le caratteristiche di tutti i giocatori. Ora bisogna lavorare e cercare di ottenere il massimo. Milan e Inter sono ancora un gradino sopra dopo il mercato? Momentaneamente ci mancano Pogba e Chiesa. Pensiamo solo a giocare, poi a fine stagione si darà un voto”.

“Zakaria? C’è stata questa possibilità, si è sentito un po’ chiuso e ha voluto il trasferimento al Chelsea. Faccio un grande in bocca al lupo sia a lui che ad Arthur. Linea arretrata? Domani ci sarà qualche cambio. Bonucci sta bene, valuterò se farlo giocare domani o direttamente a Parigi. Di María? Sicuramente è in una condizione ottimale, vedremo se sarà in grado di giocare 45 o 60 minuti. Domani non ci sarà Rabiot, ha preso un colpo e gli si è gonfiata la coscia. Gli altri sono tutti a disposizione”.

“Squadra allegriana? La società è stata brava, avevamo l’obiettivo di mantenere dei giovani per utilizzarli, vedi Miretti. Sono contento che Fagioli sia rimasto, Soulé è in crescita, ci sono anche Gatti e Kean. Sono contento. Reazione di Kean dopo il cambio? Non me ne sono neanche accorto, comunque ha giocato bene, è sereno. Non è disponibile nemmeno Szczesny, ha una forte distorsione ma ha escluso fratture. Far riposare Vlahovic? Mi hai dato una buona idea, ci penserò. Vedremo domani, abbiamo tante partite”.

“Rimpianto Dybala? No, rimpianti non se ne devono avere, sono contento per lui, dispiace aver pareggiato contro la Roma. Abbiamo buttato quattro punti, ma ne abbiamo tanti davanti, serve continuità di risultati perché la vittoria del campionato passa attraverso la solidità della squadra, che sta crescendo”.