Caricamento Eventi

« Tutti gli Eventi

  • Questo evento è passato.

FIORENTINA- JUVENTUS | IL MISTER PRESENTA LA PARTITA

Marzo 2

FIORENTINA- JUVENTUS | IL MISTER PRESENTA LA PARTITA

La Coppa Italia è un trofeo importantissimo per la Juventus, sopratutto in una stagione difficile come questa che stiamo vivendo.
Tra infortuni importanti e numero di disponibili limitato, la gara di Firenze si preannuncia molto difficile nonostante il buon momento che la Juventus sta attraversando. Bisogna stringere i denti fino a Marzo, quando saranno decisivi i match da disputare e quando rientreranno parecchi indisponibili. Occhi puntati sul grande ex della serata, Dusan Vlahovic che a Firenze ritroverà i suoi ex compagni.
Queste le parole del mister dal sito ufficiale Juventus.com.

«Ci aspetta una bella partita, dobbiamo farci trovare pronti, una sfida che si gioca tra andata e ritorno e nella quale contano le reti in trasferta. Sarà importante fare gol e riattivare l’attenzione in difesa, nelle ultime tre partite abbiamo dei subito gol che si potevano evitare. Vogliamo andare in finale».

«De Sciglio è pronto a scendere in campo, mentre Bonucci sono due giorni che è a riposo. Aveva giocato a Bergamo uscendo un po’ malconcio, poi ad Empoli ha stretto i denti, lo devo far riposare per forza. Giovedì Dybala e Bernardeschi saranno a disposizione in vista della partita di domenica, Rugani va molto bene e valuteremo, Alex Sandro credo starà fuori ancora 10 giorni mentre Zakaria speriamo di averlo a disposizione per la partita di ritorno contro il Villarreal. Chiellini è ancora out».

«Vlahovic ha dato serenità alla squadra, quando hai un giocatore con quelle caratteristiche i compagni sanno che il gol si trova. La squadra comunque prima aveva lavorato bene, le basi eravamo riusciti a metterle. Kean? Sono contento della prestazione che ha fatto ad Empoli: uno tra lui, Vlahovic e Morata domani rimarrà fuori. Devo ancora decidere».

«É una squadra ben allenata da un tecnico giovane, bravo ed intraprendente come Italiano, le ha dato un gioco aggressivo e divertente. Al posto di Vlahovic sono arrivati due centravanti fisici come Piatek e Cabral, giocano in funzione del gol. Noi dovremo fare una partita attenta».