Caricamento Eventi

« Tutti gli Eventi

  • Questo evento è passato.

IL GIUDIZIO DI DIO: JUVE – ATALANTA | DI LUCIO CASCAVILLA

Gennaio 23

IL GIUDIZIO DI DIO: JUVE – ATALANTA | DI LUCIO CASCAVILLA

SZCZESNY 4
Sul primo gol sta leggendo le pagine del Montatore; il fumetto erotico il cui protagonista ha il volto di Lando Buzzanca. Lo si intuisce dall’aria trasognata con cui manca il pallone.

DANILO 6
Insieme ai libri di psicologia comportamentale adesso si interessa anche di Yoga, tantra, filosofia orientale e gli piace giocare al Meccano. Peccato non abbia tempo per il torello.

BREMER 5.5
Rimane perplesso in tutte e 3 le reti avversarie. Sarà che è stato costretto, dall’allenatore, a leggere la bruttissima run di Bill Mantlo per l’Incredibile Hulk, per fortificarsi nei momenti di difficoltà.

ALEX SANDRO 4
Scanavino risvegliatosi dal letargo, con uno sbadiglio, ha pensato bene di invitarlo a cena. Per cucinare, non come commensale. E lui stanco per le ore piccole, fatte la sera prima, ha offerto una prestazione opaca.

MCKENNIE 5
Il mistero della presenza di McKennie sempre in campo, anche con la panza e il ciuffo a stelle e strisce, sarà al centro del nuovo capitolo di Indiana Jones; probabile che ci sia di mezzo l’archeologia misteriosa.

FAGIOLI 7
In mezzo a una stagione bislacca come questa, resta una sola certezza: Fagioli sa giocare a pallone e in coppia con John Elkann a Tresette, fa faville.

CUADRADO SV
Entra ed esce.

LOCATELLI 6
Nel momento in cui dribbla anche il secondo difensore atalantino mi sono alzato in piedi come alla prima della scala, a Milano. Poi mi sono seduto di nuovo.

RABIOT 6
Resta legato ad Arrivabene che la sera, prima di dormire gli leggeva le fiabe, tra cui la sua preferita, Hansel & Gretel. Al momento Adrien non ha ancora accettato il nuovo status societario e la mancanza della favola della buona notte.

KOSTIC 5
Rimane nel tunnel a scambiare figurine di Pokemon per il figlio, insieme a Palomino.

CHIESA 6
Non è stata la sua partita, eppure ogni volta che tocca la palla, sembra che si teletrasporti come in Stargate.

DI MARIA 7
Dopo essere stato bannato dal forum di VS, perché si difendeva troppo veementemente dalle accuse di giocare in ciabatte, si rifà con una prestazione degna del suo passato.

MIRETTI 5
Si mangia un gol. Pare che Allegri lo abbia tenuto a digiuno per 24 ore, come Terence Hill nella scena iniziale di “lo chiamavano trinità”, ma anche questo non è servito.

MILIK 6.5
Ha perso la scommessa con Landucci, promettendogli due gol e adesso deve lavargli la macchina.

KEAN 6
Insomma

ALLEGRI 6
Ci mette la faccia e si accapiglia con Grassani, che non è il disegnatore di Dylan Dog, quello mitico delle origini (le notti della luna piena, in coppia con Montanari), ma l’avvocato del Napoli che si presenta in TV, da tifoso cantando: nessuno ci può giudicare. Resta il fatto che la squadra sia svagata.

Lucio Cascavilla

Luogo

Allianz Stadium
Corso Gaetano Scirea, 50, 10151 Torino TO, Italia
Torino, IT 10151 Italia
+ Google Maps