Caricamento Eventi

« Tutti gli Eventi

  • Questo evento è passato.

JUVENTUS – BENFICA 1-2 | LE PAROLE DEI PROTAGONISTI

Settembre 15

JUVENTUS – BENFICA 1-2 | LE PAROLE DEI PROTAGONISTI

Queste le parole dei protagonisti dopo la sconfitta in casa contro il Benfica nella seconda giornata di Champions League dal sito ufficiale Juventus.com.

MASSIMILIANO ALLEGRI

«Ci sono poche spiegazioni da dare: siamo crollati psicologicamente dopo il 2-1. Adesso dobbiamo solo lavorare, fare un passo alla volta, il calcio ti dà sempre la possibilità di rialzarti; questi momenti nel calcio capitano, dobbiamo affrontare tutto con lucidità e serenità sapendo che non possiamo perdere due gare di fila in Champions. I motivi? Possono essere tanti, ora ha poco senso parlare dei problemi che ci sono perché dobbiamo trovare una soluzione, giocando tra 4 giorni. Bisogna dire che è un momento delicato in Champions, perché abbiamo perso due partite di fila e non mi era ma successo in 10 anni. Adesso è complicato, ma non ancora compromesso. Non ho nulla da rimproverare ai ragazzi, tutti noi dobbiamo fare qualcosa in più: non strafare ma fare. I fischi sono giusti, perché abbiamo perso in casa. I tifosi sono stati straordinari, perché ci hanno sostenuto fino alla fine»

MATTIA PERIN

«Abbiamo iniziato bene e poi c’è stato un black-out. Il motivo? Siamo i responsabili e quindi ne parliamo, stiamo cercando di trovare la quadra. Per ogni problema c’è una soluzione, stiamo cercando di trovarla e sono fiducioso»

AREK MILIK

«Penso sia troppo presto per dire qualcosa. Abbiamo meritato questa sconfitta, abbiamo meritato questo risultato, sicuramente deludente per noi. Dopo 20-30 minuti davvero positivi a inizio partita, abbiamo fatto gol, abbiamo creato occasioni, avevo la sensazione che avessimo il controllo della partita, poi in un momento abbiamo perso qualcosa. E’ difficile trovare le parole. Siamo molto delusi per il risultato, dobbiamo lavorare ancora più duramente, perché questo è l’unico modo per uscire da questa situazione. Il momento non è buono, ma dobbiamo accettarlo in maniera positiva, lavorare più duramente ed essere più cattivi, dare ancora di più in campo, in allenamento e in ogni situazione, assumerci le nostre responsabilità».

LEONARDO BONUCCI

«I fischi sono giusti, c’è poco da dire. Non dovevamo assolutamente perdere questa partita, ma purtroppo stiamo attraversando questo momento in cui facciamo fatica dopo il gol segnato. Sono preoccupato, non c’è nulla da nascondere: usciamo dalla partita, non so se sia dovuto ad un calo fisico o mentale»