Caricamento Eventi

« Tutti gli Eventi

  • Questo evento è passato.

JUVENTUS – BENFICA 1-2 | MATCH REPORT

Settembre 15

JUVENTUS – BENFICA 1-2 | MATCH REPORT

Una delle serate piu’ brutte degli ultimi periodi, per il risultato e per la prestazione contro il Benfica nella seconda giornata di Champions League. Questo il match report dal sito ufficiale Juventus.com

La Juve, sin dai primissimi minuti, mette in campo intensità e qualità e i risultati arrivano immediatamente. Minuto 4, calcio di punizione per i bianconeri sulla trequarti portoghese: sul pallone c’è Paredes che pennella un traversone perfetto al centro dell’area di rigore dove c’è Milik che in queste situazioni è immancabile e, di testa (proprio come contro la Salernitana domenica sera), la indirizza quel tanto che basta per metterla alle spalle di Vlachodimos. Avanti 1-0, il Benfica sembra accusare il colpo e la squadra di Massimiliano Allegri prova ad approfittarne cercando il raddoppio con un diagonale al volo di Kostic su cross con il contagiri di Cuadrado.

L’avvio di gara della Juve è incoraggiante, ma con il passare dei minuti i lusitani iniziano a prendere le misure e, soprattutto, a guadagnare campo. Gli ospiti, la prima vera occasione, la costruiscono intorno alla mezz’ora con un colpo di testa di Gonçalo Ramos a due passi da Perin che è piazzato molto bene e blocca il tentativo dell’attaccante con la maglia numero 88. Dieci minuti più tardi è ancora una volta la squadra di Schmidt a rendersi pericolosa con un contropiede che porta Rafa Silva a calciare da buona posizione. In questo specifico caso è il palo alla sinistra di Perin a mantenere la porta inviolata. Poco prima dell’intervallo, però, arriva il pareggio del Benfica con il calcio di rigore, concesso dopo avere consultato il VAR, di João Mario. Le squadre rientrano all’intervallo sul punteggio di 1-1.

La prima occasione nitida della ripresa è per la Juve che arriva alla conclusione con Milik. Il tentativo dell’attaccante polacco è deviato da João Mario e soltanto un grande intervento di Vlachodimos nega il nuovo vantaggio ai bianconeri. La reazione portoghese è immediata e porta al sorpasso al 55’ con la rete di Neres dopo la respinta di Perin su un primo tentativo di Gonçalo Ramos. Si tratta di un “uno-due” non semplice da digerire. I tifosi presenti all’Allianz Stadium, però, capiscono il momento di difficoltà della partita e continuano a spingere a gran voce i bianconeri. Nonostante una spinta in più dagli spalti è il Benfica a essere padrone del campo.

Sono tre, in rapida sequenza, le situazioni pericolose create dalla squadra di Schimidt e in tutte e tre Perin ha fatto la differenza: prima con una vera e propria staffilata di Rafa Silva dalla lunga distanza, poi due volte con Neres dall’interno dell’area di rigore.

Mister Massimiliano Allegri, dopo avere inserito intorno all’ora di gioco Di Maria e De Sciglio, schiera anche Fagioli e Kean e proprio quest’ultimo battezza il suo ingresso in campo con un palo colpito su un tiro-cross. È uno squillo che, però, non spaventa il Benfica. La Juve ci prova anche con Vlahovic. Il numero 9 segna il gol del pareggio che viene immediatamente annullato per fuorigioco. L’ultima opportunità per riequilibrare il match i bianconeri la costruiscono al minuto 86 mandando alla conclusione Bremer all’altezza dell’area piccola, ma il difensore brasiliano – in equilibrio precario – per questione di centimetri non riesce a centrare lo specchio della porta.