Caricamento Eventi

« Tutti gli Eventi

  • Questo evento è passato.

JUVENTUS – BOLOGNA 3-0 | LE PAROLE DEI PROTAGONISTI

Ottobre 3

JUVENTUS – BOLOGNA 3-0 | LE PAROLE DEI PROTAGONISTI

Conquistati tre punti fondamentali per il cammino in classifica contro il Bologna stasera all’Allianz Stadium, viste le recenti difficoltà e le proiezioni verso una stagione particolarmente difficile per la Juventus.
Queste le parole dei protagonisti a fine match dal sito ufficiale Juventus.com.

MASSIMILIANO ALLEGRI

«Mi sono piaciuti lo spirito, la compattezza, una vittoria netta, importante, anche perché era un mese che non vincevamo una partita. Bisogna stare a profilo molto basso e attenti, perché anche questa sera abbiamo sbagliato alcune situazioni offensive, in un momento in cui magari si doveva abbassare i ritmi. Adesso continuiamo a lavorare perché siamo indietro in campionato e abbiamo la Champions da sistemare.

Questa sera ho chiesto ai ragazzi di non strafare, perché la voglia di uccidere la partita subito avrebbe portato rischi. Abbiamo avuto pazienza e poi sfruttato bene le situazioni favorevoli: in questi momenti ci vogliono lucidità e freddezza.

Milik? Un giocatore che sa giocare molto bene a calcio, intelligente, sa muoversi, sa smarcarsi, questo lo sapevamo; soprattutto può giocare bene con Vlahovic. I rientri di questa sera sono importantissimi, come quelli che aspettiamo ancora, anche perché è importante poter far girare tenti giocatori. Locatelli ha fatto molto bene, e anche Paredes dopo di lui. Rabiot ha un motore diverso dagli altri, è in un buon momento e può fare una stagione molto importante».

FILIP KOSTIC

«Sono felice per il gol e per la vittoria, veramente importante, dovevamo uscire da un mese complicato. Grazie a Dusan per l’assist, adesso voglio ricambiare. Adesso pensiamo al prossimo turno di Champions: vogliamo rimuovere tutto quello che è successo nell’ultimo mese anche per i tifosi che ci sono stati vicini».

ALEX SANDRO

«Questa settimana abbiamo lavorato con la mentalità giusta: dovevamo portare tre punti a casa, lo abbiamo fatto con una partita umile e giocando da squadra. Dobbiamo fare le cose semplici, tutti: oggi lo abbiamo fatto, stando molto attenti dietro, sapendo che poi davanti un gol prima o poi arriva».