Caricamento Eventi

« Tutti gli Eventi

  • Questo evento è passato.

JUVENTUS – SALERNITANA 2-2 | LE PAROLE DEI PROTAGONISTI

Settembre 12

JUVENTUS – SALERNITANA 2-2 | LE PAROLE DEI PROTAGONISTI

La Juventus è una squadra che da diversi anni attraversa momenti di difficoltà evidenti. Su questo credo che nessuno possa avere qualsiasi minimo dubbio. Il percorso per riportare al vertice la nostra Juve, non è scontato ma storicamente è sempre stato difficile così come è sempre stato difficile riconfermarsi. Ma quello a cui abbiamo assistito stasera, fa male non solo ai tifosi Juventini, ma anche agli amanti di questo sport.
Queste le parole dei protagonisti dal sito ufficiale Juventus.com.

MASSIMILIANO ALLEGRI

«Abbiamo sbagliato su due episodi, che ci sono costati due gol: abbiamo iniziato bene, giocando, costruendo e creando situazioni favorevoli, poi siamo andati in difficoltà. Nel secondo tempo meglio, diciamo che questo risultato ci proietta a mercoledì con un umore migliore rispetto a una sconfitta. Questa sera siamo andati per la prima volta in svantaggio, ed è anche questo un passo in avanti che va fatto. Bisogna gestire meglio le situazioni, è una questione di crescita che la squadra deve avere, anche la personalità è qualcosa che non si riacquisisce in un attimo, così come il riabituarsi a vincere. Sono due punti, quelli persi che ci avrebbero riportati vicino alla testa: andiamo a pensare al Benfica»

LEONARDO BONUCCI

«Questa partita ci deve insegnare che se giochiamo come nel primo tempo non andiamo da nessuna parte, se approcciamo come nella ripresa possiamo dire la nostra in questo campionato. Da un paio di stagioni viviamo partite sulle montagne russe e non va bene. Non si possono regalare momenti di gioco a qualsiasi squadra, perché quando sei alla Juve esiste solo la vittoria. Quando non siamo legati facciamo fatica in tutto; abbiamo cambiato tanto, si fa fatica a capire il peso di questa maglia. Io vedo un buon atteggiamento in allenamento, ma poi in partita a volte le cose cambiano e questo è uno step che dobbiamo fare. La fase difensiva e quella offensiva la dobbiamo fare tutti insieme, anche stasera abbiamo preso gol troppo facili. Ogni palla può cambiare la partita»