Caricamento Eventi

« Tutti gli Eventi

  • Questo evento è passato.

JUVENTUS – SALERNITANA 2-2 | MATCH REPORT

Settembre 12

JUVENTUS – SALERNITANA 2-2 | MATCH REPORT

Un pari che lascia l’amaro n bocca per come è arrivato, sopratutto dopo il finale che tutti non avremmo mai voluto vedere. Fa male non solo ai tifosi Juventini, ma anche agli amanti di questo sport.
Queste il match report dal sito ufficiale Juventus.com.

La gara all’Allianz Stadium è da subito intensa. La prima occasione è per gli ospiti con Piatek che prova a superare Perin da posizione defilata, ma la conclusione termina ampiamente alta sopra la traversa. I bianconeri – oggi in campo per la prima volta con la terza maglia – rispondono tre giri di orologio più tardi con una bella azione di Miretti che impegna seriamente Sepe con un mancino incrociato. Ed è la Juve, nel primo quarto d’ora, ad avere in mano il pallino del gioco creando diverse situazioni favorevoli ancora con Miretti e poi con Vlahovic, ma al 17’ sono i campani a passare in vantaggio con il tocco sotto porta di Candreva su cross di Mazzocchi. Sotto 1-0 i bianconeri provano a reagire, ma la squadra di Nicola si difende con ordine. La situazione più pericolosa arriva sul finale di prima frazione con il gol di Vlahovic servito in profondità da Kean, ma l’attaccante serbo è leggermente più avanti rispetto alla linea dei difensori campani e il gol viene annullato per fuorigioco. Il primo tempo sembra, dunque, archiviarsi con gli ospiti in vantaggio di una rete, ma in pieno recupero arriva anche il raddoppio firmato da Piatek su calcio di rigore dopo un tocco di mano di Bremer. All’intervallo la Salernitana è avanti 2-0.

Il secondo parziale riprende con l’ingresso di Milik al posto di Kean, ma soprattutto con una Juve determinata a riaprire quanto prima il match. E al 51’ Bremer, con un terzo tempo perentorio all’altezza del dischetto nell’area di rigore campana, lascia immobile Sepe e dimezza lo svantaggio, 1-2. Cross perfetto di Kostic.

È un’altra partita quella che si sta giocando all’Allianz Stadium. In campo c’è soltanto la squadra di Allegri che produce tanto gioco e soprattutto tante occasioni anche grazie ai nuovi ingressi che danno forza fresca alla manovra offensiva. In sequenza ci provano Vlahovic, Paredes e Milik con il polacco che è sicuramente il più pericoloso con un sinistro a giro fuori per una questione di (pochissimi) centimetri. Ancora Vlahovic al 79’ spaventa Sepe sfiorando la traversa. Montante che viene colpito, nella parte superiore, da Milik con un’altra bella conclusione a botta sicura di mezzo collo esterno dal limite dell’area di rigore pochi giri di orologio più avanti.

Il gol è nell’aria, la Juve lo meriterebbe e arriva in pieno recupero, al minuto 93, con Bonucci che si vede respingere il calcio di rigore da un ottimo intervento di Sepe, ma il capitano bianconero ribadisce in rete con una bella girata, 2-2.

Rimonta completata e nell’ultimo minuto di recupero inizia l’operazione sorpasso. Sorpasso che arriva con Milik. L’Allianz Stadium esplode di gioia, ma viene successivamente gelato dal controllo del VAR che annulla il gol per una posizione di offside di Bonucci. Oltre al danno arriva anche la beffa per i bianconeri: Milik deve abbandonare il campo per doppia ammonizione (dopo l’esultanza per il gol), ma non sarà l’unico perché le due squadre finiranno il match in 9 contro 10: al polacco si aggiungeranno Cuadrado e Fazio, quest’ultimo per quanto riguarda la sponda campana.