Caricamento Eventi

« Tutti gli Eventi

  • Questo evento è passato.

JUVENTUS – SAMPDORIA 4-1 | MATCH REPORT

Gennaio 19

JUVENTUS – SAMPDORIA 4-1 | MATCH REPORT

La Juventus conquista i quarti di finale di Coppa Italia in un match a senso unico che ha visto i Bianconeri dominare per tutti i 90 minuti. Ottima serata in vista del match di domenica sera a San Siro sopratutto considerando tutte le note positive della giornata. Questo il match report dal sito ufficiale Bianconero.

Danilo rientra dopo l’infortunio al fianco di Rugani e, con De Sciglio e Alex Sandro impiegati sulla linea di difesa, Cuadrado avanza il suo raggio di azione ed è lui a costringere Falcone ai primi interventi, calciando un angolo carico di effetto sul primo palo, provando un velenoso rasoterra dal limite. Il colombiano è evidentemente il bianconero più pericoloso e non stupisce che sia lui a premiare la supremazia bianconera, firmando il vantaggio con una punizione rasoterra dal limite. Un minuto dopo il gol, è sempre Cuadrado a trovare l’assist per il raddoppio di Morata, ma il signor Forneau, dopo il consulto del Var, annulla la rete dello spagnolo.
La Juve è assoluta padrona del gioco e continua a imporre il proprio ritmo alla gara, mantenendo il baricentro alto, sfruttando l’ampiezza del campo e cambiando sovente il fronte offensivo. Kulusevski cerca qualche affondo e prova un sinistro dal limite bloccato da Falcone, poi è Rugani a deviare un cross di Cuadrado da due passi, calciando però sul portiere, quindi Arthur ha un buon pallone sul destro dal limite e non centra la porta per un soffio. L’occasione più ghiotta per il raddoppio arriva nel recupero del primo tempo, quando Kulusevski trova Morata in area sul secondo palo, ma il destro dello spagnolo viene respinto da Falcone con un intervento miracoloso.
La Juve inizia la ripresa con lo stesso spirito aggressivo della prima parte di gara e trova presto il raddoppio. Arthur scodella un cross delizioso per lo stacco di Rugani e il colpo di testa del difensore è chirurgico e si infila nell’angolo alla destra di Falcone.
Per quanto visto fino al raddoppio, e anche per qualche minuto dopo, il risultato proprio non sembra poter essere rimesso in discussione, ma i bianconeri, subito dopo aver sostituito Danilo e Kulusevski con Chiellini e Dybala, concedono alla Samp il primo tiro in porta. E, sembra incredibile, ma è sufficiente ad accorciare le distanze: il traversone di Augello trova in area Conti, che ha il tempo di controllare e incrociare il destro, infilando alle spalle di Perin.La Juve non si scompone però e torna subito aggressiva, tanto da riuscire, appena quattro minuti dopo, ad approfittare di un disimpegno troppo “leggero” della difesa doriana con Locatelli, che in scivolata anticipa Magnani e tocca per Dybala, il cui sinistro di prima intenzione ristabilisce le distanze.
Cuadrado ha ancora benzina e dopo una fuga di trenta metri palla al piede arriva in area e scarica il destro, trovando la risposta di Falcone, quindi lascia il campo insieme ad Arthur. Entrano Bentancur e Aké e il giovane francese lascia subito l’impronta sulla gara, scattando in area, subendo il fallo di Augello e procurandosi un rigore netto. Morata trasforma e cala il poker, che vale il biglietto per i quarti di finale di Coppa Italia e che premia l’ottima prova dei bianconeri.