Caricamento Eventi

« Tutti gli Eventi

  • Questo evento è passato.

JUVENTUS – SASSUOLO 1-2 | MATCH REPORT

28 Ottobre 2021

JUVENTUS – SASSUOLO 1-2 | MATCH REPORT

Una sconfitta pesante per la Juventus che ritrova i fantasmi d’inizio stagione. Troppe occasioni sprecate e sopratutto molta confusione in una squadra che non riesce a trovare la fiammata decisiva in questa stagione. Brutto ko in una partita che doveva assolutamente essere vinta visti i passi falsi d’inizio stagione; Lontani ormai dalla testa della classifica, ora è tempo di fare gruppo e cercare di raggiungere la zona Champions per non trasformare in fallimentare questo campionato. Serve solidità e sopratutto capire i problemi che affliggono questa sqaudra.
Analizziamo il match con il report dal sito ufficiale juventus.com

E dire che i bianconeri sembrano partire bene, con la giusta aggressività tanto che prima Bonucci e Morata hanno due occasioni vanificate dalla posizione di fuorigioco, poi il destro di Chiesa da due passi viene deviato in angolo da Ferrari, così come il tiro cross di De Sciglio, alzato sopra la traversa da Consigli. Già prima del quarto d’ora Allegri perde De Sciglio, dolorante dopo un contrasto, e inserisce Alex Sandro. I bianconeri combinano bene soprattutto sulla destra, dove Chiesa e McKennie si cercano, si trovano e arrivano sul fondo piazzando almeno due cross velenosi, mentre il Sassuolo cerca di farsi vedere in avanti con qualche combinazione per vie centrali e riesce a portare al tiro Raspadori, chiuso dal tempestivo intervento di Danilo. Le occasioni migliori per la Juve arrivano prima con Dybala, che si accentra e lascia partire un violento rasoterra dai sedici metri, che scheggia il palo alla sinistra di Consigli, poi con Chiesa, la cui girata da distanza ravvicinata termina alta. Nel finale di tempo però, si rifà avanti il Sassuolo e questa volta passa con la combinazione tra Defrel e Frattesi, che si infila in area tra Alex Sandro e de Ligt e infila Perin in diagonale.
Allegri inizia la ripresa con Cuadrado al posto di Rabiot e Chiesa spostato sulla sinistra, ma, se il Sassuolo vanifica una ripartenza con il tiro di Raspadori a lato, i bianconeri fanno fatica ad arrivare in area, almeno nei primi minuti. Ci riescono con il calcio piazzato di Dybala, alzato troppo dal colpo di testa di Alex Sandro, poi con il traversone dalla sinistra dello stesso brasiliano che pesca Cuadrado dalla parte opposta. Il fendente del colombiano è indirizzato in rete, ma Ayhan salva sulla linea. Ora la Juve ha un altro passo e Consigli deve superarsi per respingere il diagonale di Dybala, quindi il colpo di testa di Chiesa, sulla successiva sponda di Cuadrado, termina sopra la traversa. Poco prima del ventesimo Allegri cambia Morata con Kaio Jorge, che mostra subito una buona personalità. La stessa che non difetta agli ospiti che, quando avanzano, dimostrano anche qualità di palleggio e arrivano ancora al tiro dal limite con Scamacca, che trova Perin piazzato. I bianconeri continuano a spingere e a un quarto d’ora dal termine trovano il pareggio con l’incursione di McKennie, che prende perfettamente il tempo per staccare di testa sul calcio piazzato di Dybala e infilare Consigli.
Per gli ultimi dieci minuti Kulusevski e Arthur rilevano Danilo e Locatelli, cercando di dare ancor più peso offensivo alla squadra, ma la Juve appare troppo frenetica. Frenetica e sbilanciata e il Sassuolo, che si chiude bene e mantiene ordine ne approfitta proprio negli ultimi secondi di gara, nell’ultima azione con un contropiede fulminante: Berardi sventaglia a tutto campo per Lopez, che si invola verso l’area, vede Perin in uscita e lo supera con un pallonetto che si appoggia in rete e decreta la sconfitta per i bianconeri.