Caricamento Eventi

« Tutti gli Eventi

  • Questo evento è passato.

JUVENTUS – SASSUOLO 2-1 | SALA STAMPA

Febbraio 11

JUVENTUS – SASSUOLO 2-1 | LE PAROLE DEL MISTER

La Juventus si aggiudica il passaggio alla semifinale di coppa Italia dopo un match molto faticoso contro un Sassuolo che ha saputo mettere in difficoltà la compagine di Max Allegri. Sopratutto nel primo tempo, dove i bianconeri hanno avuto seri problemi nella gestione della palla nel reparto di centrocampo. Tutt’altra cosa il secondo tempo che ha visto la Juventus dominare a tutto campo gli avversari con diverse occasioni da gol non concretizzate a dovere e tanta sfortuna con due pali clamorosi. La squadra non si è mai arresa alla cattiva sorte e nei minuti finali si aggiudica la qualificazione con un capolavoro di Dusan Vlahovic. Queste le parole di alcuni dei protagonisti del match, dal sito ufficiale Bianconero, Juventus.com.

MASSIMILIANO ALLEGRI

«Vlahovic e Zakaria si sono integrati bene all’interno di una squadra che arrivava comunque da un buon periodo, ma loro hanno caratteristiche che non avevamo. Nel primo tempo il gol ci ha fatto un po’ uscire dalla partita e il Sassuolo ha preso campo, fino al momento del pareggio. Poi abbiamo ricominciato a far bene, e nella ripresa ci siamo “svegliati”. Morata? Si trova bene con una punta di riferimento, Stasera è entrato bene, ma come lui anche Locatelli e Rabiot, sono contento. Col Sassuolo se si gioca una partita pulita si soffre, se invece si gioca sui contrasti e si tenta di sporcarla, il discorso cambia».

DUSAN VLAHOVIC

«Siamo solo all’inizio, ma devo tanto ai compagni, al Mister e alla Società: mi hanno accolto benissimo e mi stanno aiutando, essere qui è un onore. Con Morata e Dybala c’è un’intesa fantastica anche fuori dal campo, sono due grandissimi giocatori, io li ascolto per arrivare ai loro livelli. Semifinale? Penso solo a vincerla»

MATTIA PERIN

«Forse il gol a freddo ci ha fatto abbassare un po’ la tensione, ma sappiamo che non possiamo permettercelo, anche questo sarà per noi una lezione; il tutto ha però reso la vittoria ancora più importante. Sapevamo che sarebbe stata una gara difficile, e nel secondo tempo abbiamo risposto alla grande. Dusan? Si è integrato alla grande dall’inizio, è un lavoratore, mi ha davvero colpito la sua professionalità»