Caricamento Eventi

« Tutti gli Eventi

  • Questo evento è passato.

JUVENTUS – SPEZIA | IL MISTER PRESENTA LA PARTITA

Marzo 6

JUVENTUS – SPEZIA | IL MISTER PRESENTA LA PARTITA

Un match dal valore elevato per i punti e sopratutto per continuare a guadagnare punti sulle dirette rivali. Partita caratterizzata dalle molte assenze ma anche da qualche rientro che dovrà servire per superare lo scoglio Spezia. Una gara da vincere per raggiungere gli obiettivi prefissati ad inizio stagione. Queste le parole del Mister in conferenza stampa dal sito ufficiale Juventus.com.

“Rugani sarà disponibile, e probabilmente partirà dall’inizio. Tra i convocati rientra anche Bernardeschi mentre sarà fermo Bonucci che ha dovuto stringere i denti e giocare non al 100% partite come quella di Bergamo e contro l’Empoli. Anche De Sciglio non sarà convocato perché è da un po’ di tempo che ha un problema al ginocchio, mentre Alex Sandro sta procedendo bene e credo di averlo per la partita contro il Villarreal. Chiellini è ancora out come Dybala che in allenamento ha sentito ancora un po’ di fastidio al flessore. Per quanto riguarda Vlahovic devo ancora decidere ma potrebbe riposare partendo dalla panchina”

“A Firenze la squadra ha giocato con sicurezza, abbiamo concesso solo qualche ripartenza ma è stata molto buona l’interpretazione della gara. Ad Empoli invece potevamo fare meglio in fase difensiva. Nel complesso in questo periodo la squadra sta facendo bene, alternando tecnicamente buone prestazioni ad altre di minor livello. In questo momento della stagione, soprattutto per noi che stiamo inseguendo, i margini di errore si devono assottigliare, i punti pesano maggiormente e quindi l’interpretazione della partita diventa fondamentale per ottenere i 3 punti”

“La filosofia del Club è quella per cui bisogna lottare sempre per la vittoria e il massimo obbiettivo ed è giusto che sia così. Adesso però guardando la classifica dobbiamo essere realisti. Noi siamo virtualmente quinti perché l’Atalanta deve recuperare una gara ed è in vantaggio negli scontri diretti. Abbiamo tre squadre davanti e per vincere lo scudetto servono almeno 84 punti e noi lì non ci possiamo arrivare. Quindi concentriamoci sul quarto posto, sul ritorno di ottavi di Champions e sul ritorno della semifinale di Coppa Italia contro la Fiorentina”.