Caricamento Eventi

« Tutti gli Eventi

  • Questo evento è passato.

MONZA – JUVENTUS 1-0 | MATCH REPORT

Settembre 19

MONZA – JUVENTUS 1-0 | MATCH REPORT

La Juventus esce sconfitta da Monza con tante preoccupazioni per il futuro dopo una prova negativa che apre scenari irreali.
Questo il report del match dal sito ufficiale Juventus.com

Il primo spunto della partita è della Juve dopo nemmeno un minuto di gioco. Buon recupero palla di Miretti che apre per Kostić: doppio cross del serbo, sul primo Di Maria colpisce male, sul secondo Vlahović controlla, ma la difesa del Monza neutralizza. I padroni di casa, però, non restano a guardare e al 3’ rispondono con il primo ingresso convinto nell’area bianconera, palla respinta su cui si avventa Rovella: destro al volo, palla a lato.

La squadra di Palladino, alla prima in panchina in Serie A, gioca con ordine e punta sulla gestione del possesso palla, ripresentandosi dalle parti di Perin intorno al quarto d’ora con la combinazione dei due centrali di difesa: Marlon crossa, Izzo si inserisce in avanti. Il suo colpo di testa non inquadra lo specchio della porta.

Il cronometro scorre senza che grosse occasioni scuotano la partita. Al 18’ ci prova Vlahović, imbeccato da Danilo, ma la sua conclusione finisce sull’esterno della rete. Qualche giro di lancette più tardi è invece Di Gregorio a bloccare la sua conclusione, questa volta sul lato opposto, con il destro.

Il Monza non si fa spaventare dai tentativi bianconeri e alla mezz’ora è Ciurria a preoccupare Perin con un tiro dalla distanza che finisce alto non di molto. I ritmi non si alzano e al 41’ la gara si complica per la Juve. Pressione asfissiante di Izzo su Di Maria che esagera nel tentativo di liberarsi dell’avversario: rosso diretto. Squadre al riposo sullo 0-0, con all’orizzonte un secondo tempo da affrontare in inferiorità numerica.

Il Monza prova subito a sfruttare l’uomo in più ed esce dagli spogliatoi con la voglia di complicare il pomeriggio di Perin. Una delle prime combinazioni del secondo tempo proietta Rovella in area, con Perin che neutralizza la girata del centrocampista in prestito dalla Juve. Al 50′ conclusione dalla distanza di Caprari, che raccoglie un lancio impreciso di Gatti, Perin osserva il pallone terminare la sua corsa sopra la traversa. Ben più pericoloso, al 52′, Dany Mota Carvalho, bravo nel taglio sul primo palo sul cross di Ciurria, ma palla che finisce a lato. Risponde la Juve sull’asse McKennie-Miretti, senza impegnare Di Gregorio.

Al 54′ primi cambi per Palladino e proprio uno dei nuovi entrati, Gytkjaer, ha sulla testa una grossa occasione. Il minuto è il 56, cross morbido di Izzo per il danese che arriva sul pallone, ma non lo indirizza verso lo specchio. Poco meno di venti minuti più tardi, è il 74′, l’esito, però, è diverso. Assist di Ciurria, inserimento perfetto di Gytkjaer che, questa volta di piede, non perdona: Monza in vantaggio. Tra i due tentativi dell’attaccante dei brianzoli una ripartenza molto interessante della Juve avviata da Bremer, deputato poi a chiuderla. Decisivo Pablo Marì in chiusura.

Il gol galvanizza il Monza e complica ulteriormente la gara della Juve. Dalla panchina, al 78′, si alza Moise Kean, che prende il posto di Kosić, e il pallone del pari capita proprio sulla testa del numero 18. Bella azione di McKennie che va via in dribbling e mette in mezzo: il colpo di testa da ottima posizione di Kean è, però, facile preda di Di Gregorio. Al 90′, su angolo calciato da Fagioli, subentrato, è invece Bremer a provarci: la sua conclusione a centro area viene murata.

Nel finale la Juve prova a costruirsi un’altra occasione, ma la difesa del Monza regge, permettendo ai brianzoli di festeggiare i primi tre punti della loro storia in Serie A. Alla fine, decide Gytkjaer.