Carmine Gioffrè

MI PRESENTO

Carmine, architetto e factotum.
Più la seconda, guardando il settettrenta…
Appassionato di musica, scrittura e lettura, dell’odore dolce della terra fresca appena lavorata, del buon cibo, della giustapposizione delle forme, del politicamente scorretto.

Nella vita provo a fare un pò di tutto, giusto ieri, mentre provavo a curare blog, account instagram e i sacri crismi della socializzazione quotidiana, nel frattempo imbiancavo la cucina.

Ho una moglie bellissima che non sa di esserlo e dei suoceri fantastici che presto o tardi mi faranno il paliatone.
E ho anche uno zio, sulla settantina – quasi ottanta -, piccolo, scarno in viso.
Un uomo del Sud, uno di quelli che il lavoro e le passioni hanno plasmato col tempo. Un uomo intransigente, “dritto”, che mi ha insegnato a saper attendere, a non rimanere mai indietro e a fare le pernacchie…e che per primo mi ha trasmesso questa dolce e folle malattia chiamata Juve.
Lo vedevo uscire all’improvviso, in alcuni pomeriggi d’estate.
Raggiungeva il corteo che festeggiava il nostro scudetto e io, per zia, ero troppo piccolo per andare.
Conosceva l’euforia improvvisa da gol di quell’uomo quotidianamente silenzioso, tanto che credeva che mi avrebbe perso nella folla.
Io non ci credo e tutt’oggi non ci crede neanche lui, voi forse potete capire e provare a crederci.

Così, per passione e un pò per trasgressione, oggi riesco a dare voce a quella voce che mi porto nello stomaco.
Oggi riesco a creare, insieme a due fidati fratelli, Juv&Me.

Mi leggerete in varie salse, a seconda dell’umore. E se non avete proprio voglia di leggermi, beh cambiate pagina!

E’ un immenso piacere suonare con voi
[semi-cit.]

Carmine

Twitter: @romtorricelli